Salute
Ambiente
Sport
Società
Beni culturali
Patrimoni edilizi
Imprese
Economia
Scuola
Università
Turismo Enogastronomia Virtual
Poleis
Innovazione
Tecnologica
 
 
 HOME > turismo - sport    NOTIZIE O Line
 

L’Umbria in tavola col FAI

Nel Bosco di San Francesco del Fondo Ambiente Italiano, ad Assisi, venerdì 31 maggio 2013, una cena di raccolta fondi che è occasione per gustare ricette della più antica tradizione umbra ricreate dalla maestria dello chef Nicolas Bonifacio


Venerdì 31 maggio 2013, alle ore 20.30, il Bosco di San Francesco, proprietà del FAI - Fondo Ambiente Italiano ad Assisi (PG), sarà teatro di “L’Umbria in Tavola”: una cena di raccolta fondi che si propone come l’occasione per gustare ricette della più antica tradizione umbra ricreate dalla maestria dello chef Nicolas Bonifacio.

Un appuntamento da non perdere in una location affascinante e ricca di storia qual è il complesso benedettino di Santa Croce nel Bosco di San Francesco, che alle ore 20 (ovvero mezzora prima della cena) sarà possibile visitare con la guida eccezionale del Direttore Luca Chiarini.
Chi parteciperà alla cena potrà compiere un viaggio alla scoperta di sapori di un’epoca lontana, capaci nella loro semplicità di coniugare gusto e sobrietà.

Il menu che verrà servito sarà composto da:
- Carpaccio di Chianina IGP dell’Azienda Biondini Maurizio con erbe del Subasio e gelato di ricotta di capra di Francesco Rossi “Bio di Colforcella”
- Tortelli di cacio, crema di fave e asparagi del bosco del circondario
- Il cicotto “Presidio Slow Food” con insalata di fagioli bio dell’Azienda Guido Alberti
- La mia rocciata di Assisi con gelato al Vin Santo.


Nel piccolo borgo medievale di Grutti, nasce da una tradizione secolare l’Azienda Biondini. Partendo da animali allevati allo stato brado, in un ambiente incontaminato, rinnova il suo impegno quotidiano che si traduce in una serie di prodotti tipici del territorio umbro: dagli insaccati stagionati pazientemente ai salumi senza allergeni e conservanti, dalle carni fresche con certificazione biologica alla prelibata norcineria, fino alla porchetta, prodotto rappresentativo della cultura enogastronomica Gruttigiana.

L’attività agricola dell’Azienda Guido Alberti di Poggio Aquilone comprende anche l’allevamento di bovini di razza chianina, specie conosciuta fin dall’antichità da Etruschi e Romani. La scelta di praticare esclusivamente agricoltura biologica, ha portato gli Alberti alla riscoperta di prodotti della tradizione: dall’olio extra-vergine di oliva alle lenticchie, dal farro perlato alla fagiolina di Poggio Aquilone, dal fagiolo nero al cece e alla farina di farro, fino al cicotto.

Con una tradizione pari alla celeberrima porchetta, che affonda le sue radici nei trattati di cucina del Cinquecento, il Cicotto di Grutti nasce da una preparazione che prevede la cottura di tutti i tagli del maiale. Viene ampiamente utilizzato nella cucina umbra per la preparazione di sughi, oppure come ingrediente di una ricetta tipica locale con le lumache e in altre ricette a base di ceci e fagioli. Intenso, con una consistenza morbida, succosa e dalle note affumicate, rivela al gusto tutto la sua sapidità e speziatura. È un alimento presidio “Slow Food”.

Con il Patrocinio della Regione Umbria, della Provincia di Perugia e della Città di Assisi.
La manifestazione sarà resa possibile grazie al prezioso contributo di Eni, che in qualità di partner principale del calendario degli “Eventi nei Beni del FAI” sostiene la Fondazione in questo importante progetto.
Rinnovano il loro contributo PIRELLI, che da molti anni sostiene la Fondazione, e Cedral Tassoni, marchio storico italiano che per il secondo anno consecutivo ha deciso di abbinare la tradizione, la storia e la naturalità del suo prodotto al FAI.

Biglietto d’ingresso:
Adulti: € 38; Ragazzi (4-14 anni): € 20; soci FAI: € 34.
Orario: ore 20.30

Per partecipare alla cena “L’Umbria in Tavola” è obbligatoria la prenotazione, telefonando ai numeri 075-813157 o 329-2026150.


Per informazioni:

Bosco di San Francesco - Assisi, Perugia - tel. 075 813157 / 329-2026150; faiboscoassisi@fondoambiente.it

Per maggiori informazioni sul FAI e sul Bosco di San Francesco:
www.fondoambiente.it - http://www.visitfai.it/dimore/boscodisanfrancesco/


(29-05-2013 22:56)



 
[ stampa ]  [ archivio ]  [ home ]

A Perugia, l'inganno di venticinque artisti internazionali

L'arte invade il porto di Marina di Scarlino

Vittoriana Benini, l’artista delle bambole, al Quirinale

Restaurato a Cosenza l’Oratorio dell’Arciconfraternita del Rosario

Peppe Capasso in mostra a Napoli

Arnaldo Pomodoro nella nuova sede della Fondazione