Salute ~ Ambiente Sport ~ Società Beni culturali ~ Patrimoni edilizi Imprese ~ Economia Scuola ~ Università Turismo ~ Enogastronomia Innovazione Tecnologica Virtual Poleis
 
  |Home|  
 


Turismo in Umbria, prosegue “trend” positivo

Aumentano i turisti stranieri. Dal 2005 è partito un trend positivo che conferma l’ordine di grandezza del 10% in tre anni di incremento di presenze come obiettivo strategico ambizioso, ma sostenibile

L’andamento dei flussi turistici in Umbria nel 2007, rispetto al 2006, ha fatto registrare un incremento del +1,8% negli arrivi e del +2,1% nelle presenze. Confrontando i dati 2007 con quelli del 2005, l’incremento che si registra è del +8,7% negli arrivi e +8,1% nelle presenze. Come si ricorderà dal 2005 è partito un trend positivo che conferma l’ordine di grandezza del 10% in tre anni di incremento di presenze come obiettivo strategico ambizioso, ma sostenibile, in considerazione anche del fatto che tutto ciò è avvenuto in un contesto nazionale non sempre favorevole.
Per quanto riguarda la distribuzione dei turisti nelle varie tipologie ricettive, nel 2007 rispetto al 2006, l’incremento negli esercizi alberghieri è stato del +0,7% negli arrivi e del +0,8% nelle presenze; mentre negli esercizi extralberghieri l’aumento registrato è stato più consistente: +4,8% negli arrivi e +3,7% nelle presenze.

In particolare, nel settore alberghiero, l’incremento positivo degli arrivi si è avuto negli alberghi a 3 stelle (+0,9%) e 4 stelle (+5,3%); mentre l’incremento delle presenze si è avuto negli alberghi a 4 stelle (+11,3%) e 5-5 stelle lusso (+2,6%). Nel settore extralberghiero, un incremento degli arrivi si è avuto nei Campeggi e Villaggi turistici (+11,1%) e negli Agriturismi (+2,4%); mentre l’aumento delle presenze si è avuto negli Affittacamere e Case e appartamenti per vacanza (+8,1%), nei Campeggi e Villaggi turistici (+25,6%) e nell’insieme delle “altre tipologie” (+0,4%).



Con riferimento alla provenienza, nel 2007 rispetto al 2006, l’aumento dei turisti stranieri è più consistente rispetto a quello degli italiani ed è pari al +3,7% negli arrivi e +5,0% nelle presenze; mentre l’incremento dei turisti italiani è del +1,1% negli arrivi e del +0,7% nelle presenze, con una percentuale negativa nelle presenze del settore alberghiero.

Per quanto riguarda il mercato interno, i turisti di Lazio, Campania e Lombardia si confermano ai primi tre posti in relazione alle presenze sviluppate nel corso del 2007 e, in particolare, si è avuto un sostenuto incremento dei turisti dalla Lombardia (+ 3,9% arrivi e +7,4% presenze), dal Lazio sono aumentati gli arrivi (+1,2%) e diminuite le presenze (-0,9%), mentre una situazione inversa si è avuta dalla Campania, con un calo di arrivi (-0,7%) e un aumento di presenze (+05%). Da segnalare il risultato positivo dei turisti dalla Puglia (+5,5% arrivi e +5,2% presenze).


Per quanto riguarda il mercato estero, Paesi Bassi, Germania e Stati Uniti si confermano ai primi tre posti in relazione alle presenze sviluppate nel 2007 e, in particolare, rispetto al 2006, si è avuto un notevole incremento di turisti dai Paesi Bassi (+12,1% arrivi e +11,4% presenze), un discreto calo da parte dei turisti dalla Germania (-8,9% arrivi e -5,1% presenze) e un leggero aumento di quelli provenienti dagli Stati Uniti d’America (+1,3% arrivi e +2,0% presenze). Da segnalare anche l’incremento dei turisti dal Regno Unito (+3,0% arrivi e +3,2% presenze).

Dall’analisi delle statistiche generali degli accessi al portale regionale per la promozione del turismo, dell’ambiente e della cultura www.regioneumbria.eu emerge che nel corso del 2007 rispetto al 2006 c’è stato un lieve aumento del numero dei visitatori (+0,3%) e, soprattutto, che sono notevolmente aumentate le pagine consultate (+45,9%), indice del verificarsi di una “fidelizzazione” dei visitatori al portale, che diventa un mezzo di comunicazione e informazione sempre più importante.

I dati statistici sul turismo in Umbria sono disponibili nel sito www.regioneumbria.eu